NEWS

Vuelta a Espana – Vittoria di Gavazzi

Vuelta a Espana – Vittoria di Gavazzi

La Lampre-ISD entra nel novero delle squadre vincitrici di almeno una tappa nella Vuelta 2011. Merito di Gavazzi, autore di una prestazione maiuscola nella 18^frazione della corsa spagnola (Solares-Noja, 174,6 km) completata con il successo su Vandewalle nella volata a due decisiva.
Il ventisettenne corridore blu-fucsia ha portato a termine una lunga fuga, nata dopo 10 km di gara, della quale originariamente facevano parte 17 atleti. L’azione ha subito raggiunto un buon margine di vantaggio (anche superiore ai 10′) e lungo il percorso il drappello dei battistrada si è assottigliato a 10 unità.
Dopo un attacco solitario di Paulinho a 30 km dal traguardo neutralizzato ai -2500 mt, Gavazzi è stato lesto a seguire un allungo di Vandewalle: il corridore della Lampre-ISD e l’atleta belga sono riusciti ad arrivare sulla retta d’arrivo per sfidarsi in volata nel duello per la vittoria. L’esito è stato nettamente favorevole a Gavazzi, bravo a centrale la 4^ vittoria stagionale (8^ in carriera). Per la Lampre-ISD si tratta del ventiseiesimo centro nel 2011.
Nessun cambiamento in classifica generale, con Cobo sempre in maglia rossa.

“Sono soddisfatto per aver portato a termine nel migliore dei modi una bella fuga, coronandola con la vittoria – ha commentato Gavazzi – In avanscoperta con me c’erano alcuni corridori che potevano risultare pericolosi sulle salite di giornata, come ad esempio Paulinho e Rodriguez, però ho resisito bene, ho faticato ma senza però andare in riserva di energie e così mi sono presentato lucido nel finale. Sapevo di essere il più veloce del gruppetto di testa, ma quando è partito Vandewalle e ho visto che nessuno lo seguiva, ho deciso di accodarmi perché ho pensato che gli altri fossero probabilmente un po’ stanchi. Vandewalle è un corridore veloce, però la mia volata è stata perfetta. Sono contente per aver aggiunto un altro bel tassello a una stagione ottima per la Lampre-ISD”.

Soddisfazione anche per i ds Maini e Vicino, bravi a gestire l’ottima condizione di forma di Gavazzi: “Sapevamo che Francesco gode di una pedalata molto efficace, quindi gli abbiamo affidato il compito di curare le fughe nella prima parte di gara. Gli attaccanti sono stati bravi a guadagnare subito un bel margine sul gruppo, spegnendo ogni velleità di inseguimento. Gavazzi nel finale è stato impeccabile e così è giunta una vittoria che regala gioia a tutta la squadra”.

ORDINE D’ARRIVO
1° Gavazzi  4h24’42″
2° Vandewalle  s.t.
3° Deniez  10″
4° Sijmens  s.t.
5° Montaguti  s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1° Cobo  74h04’05″
2° Froome  13″
3° Wiggins  1’41″
4° Mollema  2h05″
48° Niemiec 1h29’48″

Questa voce è stata pubblicata in Vuelta a Espana.

Gazzella d'Africa per la LAMPR...

tris

Dagli altipiani dell’Etiopia alle strade del ciclismo mondiale di elite. Questo il percorso di Tsgabu Gebremaryan Grmay (foto Bettini), primo corridore etiope ad avere la possibilità di correre nella LAMPRE-MERIDA. …

Ruote veloci LAMPRE-MERIDA: Fe...

tris

C’è un velocista capace di lottare da solo negli sprint contro i grossi treni degli sprinter. C’è un velocista che non esita a mettersi a disposizione dei compagni per tirare …

Manuele Mori firma per un'altr...

tris

La LAMPRE-MERIDA ha deciso di continuare a beneficiare dell’enorme bagaglio di esperienza sviluppato negli anni da un corridore come Manuele Mori (foto Bettini). Il ciclista toscano, trentaquattro anni, ha prolungato …